Per cambiare il ddl scuola continua la mobilitazione

21/05/2015 - 14:45
Proclamato lo sciopero della prima ora di servizio per tutti gli scrutini in ciascuna delle prime due giornate di svolgimento delle operazioni. L'astensione in tali giornate riguarda anche il personale docente di scuola dell'infanzia, educativo e ATA.  Il 5 giugno "La cultura in piazza", fiaccolate in tutte le principali città italiane.
Leggi tutto

Scrima: “DDL scuola, restano le criticità, continua la mobilitazione”

20/05/2015 - 18:30
Oggi la Camera dei Deputati ha approvato il disegno di legge: "Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti". Il provvedimento passa ora all'esame dell'altro ramo del Parlamento.
Leggi tutto

Continua la mobilitazione della categoria: presidi e flash mob

19/05/2015 - 08:15
Continua la mobilitazione della scuola, mentre alla Camera stanno procedendo le votazioni sugli articoli del disegno di legge del Governo. Presidii, incontri con Prefetti e flash mob davanti alle Prefetture caratterizzano le giornate di oggi e domani in tutte le province della Lombardia:
Leggi tutto

Licei artistici indirizzo design: precisazioni

21/05/2015 - 08:00
Con la nota prot 4448 del 19 maggio 2015 il MIUR - Direzione degli ordinamenti fornisce chiarimenti riguardo il piano di studi dell'indirizzo Design nei Licei Artistici e la conseguente assegnazione delle ore di insegnamento delle discipline caratterizzanti:-Discipline progettuali design-Laboratorio del design.
Leggi tutto

Dirigenti scolastici: mobilità interregionale, conferma e mutamenti degli incarichi dirigenziali

21/05/2015 - 08:00
Presso il Miur si è svolto l'incontro di informativa circa le operazioni di mobilità interregionale, conferma e mutamenti degli incarichi dirigenziali per il prossimo anno scolastico. Le indicazioni fornite dalla Direzione generale per il Personale scolastico (nota del MIUR) ai Direttori generali degli Usr richiamano la disciplina del Dlgs. 165/2001 e dei CCNL Area V sottoscritti nel 2006 e nel 2010.Nelle operazioni di attribuzione degli incarichi dirigenziali i Direttori generali dovranno tener conto oltre che dei criteri contrattuali anche della disciplina prevista dalla Legge n. 104/1992. A livello regionale dovranno inoltre essere garantite la partecipazione delle organizzazioni sindacali e l’informativa preventiva.
Leggi tutto

Utilizzazioni e ass. provv. 15/16, dal Miur la modulistica e le indicazioni

20/05/2015 - 18:45
Il MIUR - a seguito della sottoscrizione, avvenuta lo scorso 13 maggio, dell' ipotesi di CCNI sulle “utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l'a.s.
Leggi tutto

Famiglie, alleatevi con noi prof: faremo un bel lavoro per i ragazzi. (Alessandro D'Avenia)

20/05/2015 - 08:00
Proponiamo, ritagliato da "La Stampa" di ieri, 19 maggio 2015, la risposta di Alessandro D'Avenia alle sollecitazioni di un lettore.   Gentile Alessandro D’Avenia, nelle interviste agli insegnanti e negli articoli dei giornali, impegnati a dare conto del dibattito suscitato dalla riforma del governo, poco ho letto sull’emergenza educativa, ben documentata dalla disaffezione che un numero sempre più elevato di studenti manifesta verso la scuola.  
Leggi tutto

Lettera a ...

19/05/2015 - 08:30
Andare avanti insieme: personale della scuola, genitori e studenti per una scuola condivisa.Rivendichiamo il diritto a una scuola migliore! La buona scuola la vogliono il Paese, le famiglie, gli studenti e il personale che nella scuola ci lavora.La buona scuola è frutto di una buona alleanza.Vogliamo una scuola migliore di quella che c’è, ma anche migliore di quella che si sta definendo in Parlamento.
Leggi tutto

GRADUATORIE DI ISTITUTO: EMANATE LE DISPOSIZIONI SULLE "FINESTRE" DELLA SECONDA FASCIA I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE, CON POLIS, SARANNO FISSATI CON SUCCESSIVO DECRETO

18/05/2015 - 16:00
Il Ministero oltre il decreto ministeriale  n. 248 del 4 maggio u.s., ha emanato con la nota prot. n. 14578 del 13 maggio u.s.
Leggi tutto

La ministra non perda altro tempo e convochi i sindacati

18/05/2015 - 15:45
Invece di perdere tempo a misurare la maggiore o minore apertura dei sindacati (per quanto ci riguarda, inesistente), la ministra Giannini provveda immediatamente a convocare il tavolo di confronto che tutti i sindacati hanno chiesto e messo in agenda nell'incontro di Palazzo Chigi di martedì scorso. Assuma almeno su questo un ruolo da protagonista, convocandoci quanto prima al Miur. Non si può tergiversare ancora, se si vuol dare credibilità alla dichiarata disponibilità all'ascolto e al confronto. Faccia presto, perché abbiamo molte cose da dire e molte proposte da fare: il testo che si sta votando continua a lasciare irrisolti molti dei nodi che la Cisl Scuola chiede da tempo di vedere sciolti.
Leggi tutto

Scrima: rompe l'unità chi alimenta polemiche pretestuose

18/05/2015 - 09:00
La Cisl sta seguendo nella vertenza sul ddl di riforma della scuola una linea chiara e coerente, segnata dagli obiettivi individuati unitariamente e dalle iniziative di mobilitazione unitariamente messe in campo per conseguirli. Del tutto pretestuoso e strumentale il tentativo di accreditare inesistenti “cambi di rotta”, attraverso letture distorte e fuorvianti di un’intervista nella quale non vi è alcuna presa di distanza, e ancor meno smentita, rispetto al percorso che unitariamente si sta seguendo nel confronto in atto col governo per ottenere sostanziali modifiche al ddl in discussione alla Camera.Chiedere che le prerogative del dirigente si esercitino in modo condiviso, valorizzando le sedi contrattuali e partecipative, salvaguardando ruoli e competenze degli organi collegiali e dei soggetti che rappresentano i lavoratori e l’utenza; chiedere che il piano di assunzioni si estenda anche ai lavoratori precari oggi non rientranti nella platea dei destinatari; chiedere che nella valutazione dei docenti non intervengano studenti e genitori; chiedere che nella distribuzione di risorse alle scuole si privilegino attraverso criteri contrattati quelle operanti nelle aree di maggior disagio, significa riproporre punti essenziali della piattaforma di uno sciopero, quello del 5 maggio, il cui valore è ribadito con forza in chiusura dell’intervista “incriminata”.
Leggi tutto

Scrima, blocco scrutini? ora confronto poi vedremo

16/05/2015 - 18:00
16 Maggio , 15 : 06 (ANSA) - ROMA, 16 MAG - Blocco degli scrutini? "Abbiamo un confronto in atto. Aspettiamo l'esito e poi si vedrà". Il segretario generale della Cisl, Francesco Scrima, per il momento congela l'ipotesi di aderire all'azione di lotta indetta dai Cobas. "Ci siamo incontrati con il Governo. Abbiamo un confronto in corso e un appuntamento (forse la prossima settimana) con il ministro Giannini.
Leggi tutto

Scrima: sulle assunzioni basta ipocrisie e ricatti

16/05/2015 - 18:00
Sulle assunzioni basta ipocrisie e ricatti. Non è vero che senza le "innovazioni" contenute nel disegno di legge le 100.000 assunzioni non sarebbero motivate, come afferma il premier: siccome oggi i posti coperti con contratto di lavoro precario - e senza i quali la scuola non potrebbe funzionare - sono più o meno 130.000, centomila assunzioni sarebbero addirittura insufficienti a "eliminare il precariato", obiettivo dichiarato dallo stesso Renzi quando di assunzioni ne prometteva 150.000. La verità è che continua il vergognoso ricatto con cui si cerca di estorcere il consenso sul resto di un provvedimento che non risolve le vere emergenze della scuola, anzi le aggrava. 
Leggi tutto

Al via concorso per le scuole medie Acqua fonte di vita

15/05/2015 - 15:15
Anteas regionale, sostenuta da Fnp, Cisl Scuola e Cisl Lombardia, promuove il concorso regionale “Acqua fonte di vita”, rivolto alle classi 1° 2° e 3° di scuola secondaria statale o paritaria di primo grado .
Leggi tutto

Non basta scrivere lettere per praticare il confronto

14/05/2015 - 18:15
Il premier scrive agli insegnanti e chiude così la sua lettera: “Il nostro progetto non è prendere o lasciare e siamo pronti a discutere. Ma facciamolo nel merito, senza la paura di cambiare”. Proprio da quelle affermazioni vogliamo partire, ponendo una questione di metodo non irrilevante, prima di entrare, come viene chiesto ai destinatari della missiva, nel merito. Nel metodo Con quali tempi e in quali sedi il governo intende condurre il confronto che sta sollecitando? Nei giorni che restano prima dell’approvazione del provvedimento di legge su cui stanno discutendo le Camere? Se i tempi sono questi, è difficile ritenerli sufficienti. Ancor più se lo strumento attraverso cui si dialoga è uno scambio epistolare che coinvolge grosso modo 750.000 persone (escludendone peraltro almeno 250.000 che non sono insegnanti ma che partecipano anch’essi, col loro lavoro, a mandare avanti ogni giorno la nostra scuola). In gioco c’è qualcosa di più della praticabilità di questa "apertura di dialogo", c’è la sua credibilità. Ci auguriamo che il premier ne sia consapevole. Per l’ennesima volta, il tema sotteso e sostanzialmente eluso è la funzione dei soggetti di rappresentanza professionale e sociale, che la Carta Costituzionale riconosce come trama essenziale del tessuto democratico ma che il governo non ha voluto fin qui considerare, se non marginalmente, come interlocutori con cui dialogare nella costruzione del suo progetto di riforma. Nonostante la solenne affermazione secondo cui “per fare la Buona Scuola … ci vuole un Paese intero”.
Leggi tutto

Pagine

Abbonamento a CISL Scuola Lombardia RSS